Ladri di (Google) Business?

Pubblicato il 24 ottobre 2014
Autore:
L'articolo tratta di Google .
Lo trovano molto interessante 157 lettori e ha ottenuto 3 Commenti .

Come utilizzare Google Business in maniera fraudolenta, inserendo il sito di una organizzazione in luogo di quella di un'altraControllavo qualche serp quest’oggi al fine di valutare l’impatto degli ultimi aggiornamenti di Google (paura, eh!) e mi sono imbattuto in quello che a me sembra un tentativo fraudolento di posizionare nella ricerca local un sito in luogo di un altro tramite Google Business. Potrebbe anche trattarsi di un errore del motore di ricerca, un cosiddetto glitch, ma, lo vedremo poi, mi sembra improbabile. La serp è quella che si ottiene digitando nel campo di ricerca di Google “associazione difesa consumatori”, localizzata in “Venezia”. Ebbene al primo posto compare un blog denominato “Associazione difesa consumatori” i cui aggiornamenti risalgono al 2013, è dotato di pochi backlink e di scarsa autorevolezza, sembra poi, che gran parte degli articoli ivi contenuti siano copiati da altri siti. Di seguito il sito web di un mio cliente, dotato di centinaia di link di un certo spessore, e aggiornato almeno due volte al giorno, il sito della “Associazione Difesa Consumatori”, anche conosciuta come Adico. … >> CONTINUA A LEGGERE


Italia.it: una vergogna tutta italiana

Pubblicato il 19 settembre 2014
Autore:
L'articolo tratta di Usabilità, Web, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 486 lettori e ha ottenuto Nessun Commento .

Logo Italia.it

Era il 2007 e, durante la collaborazione con Marketing Routes, storico blog di Web Marketing ora defunto, scrissi questo articolo. Ebbe un buon successo, oltre 200 commenti e si parlò dell’argomento lì e in altri blog e forum per settimane. Ora che Italia.it è stato chiuso, non essendo più on-line Marketing Routes, ho deciso di ripubblicarlo integralmente.

Buona lettura!

——————–

Da diverso tempo le amministrazioni al Governo (sia di destra che di sinistra) hanno promosso – e sempre rimandato – la costituzione di un mega portale atto a favorire lo sviluppo del turismo nel Belpaese.

E’ arrivato il gran giorno: Italia.it è online!

Ricapitoliamo. Spese previste (in parte già sostenute): 45 milioni di euro di cui 21 milioni in 12 mesi per il data entry e altri “spiccioli” per le regioni.

Come si legge in questo documento l’infrastruttura del portale, con funzionalità di booking, ha un costo pari a Euro 7.850.040.

Rendiamoci conto: un CMS che costa circa 15 miliardi … >> CONTINUA A LEGGERE


Il Web e le Automobili

Pubblicato il 18 agosto 2014
Autore:
L'articolo tratta di Usabilità, Web, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 1024 lettori e ha ottenuto 4 Commenti .

Il web a supporto della vendita di auto Scopri come le aziende automobilistiche utilizzano i Siti Web e gli strumenti di Web Marketing a loro disposizione

INTRODUZIONE

Questo articolo nasce da una insana forma di compulsione. È più forte di me, non ci posso fare nulla, ogniqualvolta devo acquistare un prodotto non riesco a resistere alla tentazione di effettuare una analisi comparata del “web marketing mix” utilizzato dall’azienda che lo produce, distribuisce o vende. È successo quando dovevo prenotare un appartamento per le vacanze, comprare casa, un biglietto del treno, un tablet e succede ora che, dopo quasi 10 anni di onorato servizio da parte della mia auto, sono costretto ad acquistarne una nuova. Quello che mi propongo di effettuare oggi, insomma, è una analisi estemporanea di come il web sia di supporto alla vendita di autoveicoli. Ritengo sia utile distinguere quattro categorie di siti che trattano l’argomento:

  • I siti dei produttori di automobili;
  • I siti dei concessionari di automobili;
  • I siti e blog specializzati
>> CONTINUA A LEGGERE

Desktop e Dispositivi Mobili: Differenti Modelli di Navigazione

Pubblicato il 11 luglio 2014
Autore:
L'articolo tratta di E-Commerce, Metriche, Usabilità, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 827 lettori e ha ottenuto 4 Commenti .

La navigazione da desktop, smartphone e tablet porta ad obiettivi e fattori di conversioni diversiSempre più articoli e statistiche sostengono che il traffico proveniente dai dispositivi mobile è in forte crescita e che, a breve, supererà quello effettuato attraverso i dispostivi desktop.

Credo si tratti di una realtà incontrovertibile, anche se i dati forniti sono spesso contraddittori: alcuni esperti, o presunti tali, affermano che il sorpasso sia già avvenuto, altri, invece, che la somma delle navigazioni tramite smartphone e tablet sia circa un terzo del totale.

Quale sia il valore effettivo, risulta evidente che il traffico da mobile è certamente cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi tre anni. Del resto, la maggioranza dei navigatori under 50, nei paesi più industrializzati, dispone di uno smartphone e, talvolta, anche di un tablet.

Monetate, nel suo Q4 2013 Ecommerce Quarterly, uno studio effettuato presso i più importanti siti di e-commerce, ha pubblicato la seguente statistica che sembra essere una delle più attendibili. Di fatto il traffico desktop si è ridotto di circa un 9% tra >> CONTINUA A LEGGERE


I siti in https potrebbero portare a dei vantaggi lato SEO?

Pubblicato il 18 aprile 2014
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo .
Lo trovano molto interessante 547 lettori e ha ottenuto Nessun Commento .

Speculazione su un possibile miglioramento nel posizionameno nei motori di ricerca adottando certificati SSLRecentemente un articolo del Wall Street Journal ha destato il mio interesse ormai da tempo sopito in merito al Posizionamento nei motori di ricerca. Nella pratica si ipotizza che Google, nel medio/breve periodo, potrebbe favorire i siti che adottano sistemi di crittografia per le proprie pagine tramite il protocollo HTTPS e relativo certificato SSL.

Ma in cosa consiste la navigazione in https?

A livello di navigazione, sostanzialmente, non vi sono variazioni di sorta, l’utente deve semplicemente aggiungere una “s” ad http per accedere al sito. In genere tale operazione non si rende nemmeno necessaria, giacché è il creatore del sito stesso che provvede, tramite un redirect, a imporre l’uso di tale particolare modalità di navigazione qualora l’utente acceda al sito in maniera tradizionale. Se provate, infatti, a digitare nel browser http://www .facebook.com automaticamente verrete redirezionati verso https ://www. facebook.com. A livello di sicurezza le cose cambiano, giacché viene a definirsi un canale di comunicazione crittografato tra il server che ospita >> CONTINUA A LEGGERE


10 falsi pregiudizi su WordPress

Pubblicato il 28 febbraio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Web Tool, Wordpress .
Lo trovano molto interessante 1600 lettori e ha ottenuto 4 Commenti .

Alcuni pregiudizi ingenerosi sulla piattaforma CMS WordPressWordPress, nel corso degli anni, ha raggiunto un primato davvero invidiabile: è utilizzato da oltre il 60% dei Content Management System pubblicati in rete e, di conseguenza, a livello globale, da circa il 21% dei siti web, le statistiche sono fornite da W3Techs. Nonostante questo successo indiscutibile sono ancora molteplici i pregiudizi e gli equivoci che spingono molti clienti e realizzatori di siti web a dubitare della sua efficacia nella realizzazione di sistemi di comunicazione on-line.
Nei prossimi paragrafi ne analizzeremo alcuni, cercando di ragionare in maniera critica, evidenziando anche i limiti effettivi della piattaforma, laddove ve ne siano.

1. WordPress è uno strumento per costruire soli blog

Si tratta, questo è un dato oggettivo, di una affermazione errata e superficiale, pronunciata, generalmente, da chi ha una scarsa conoscenza sia della piattaforma che del web stesso.
Se è certamente vero che WordPress nasce anni or sono quale piattaforma per la realizzazione di blog, è altrettanto vero che, nel … >> CONTINUA A LEGGERE


Spotify, utile rimedio contro la noia da Social

Pubblicato il 17 gennaio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Social .
Lo trovano molto interessante 731 lettori e ha ottenuto 2 Commenti .

noia-socialeNon amo particolarmente i Social quale strumento di business, in genere mi limito ad un uso “ludico” degli stessi e condivido, tramite le loro infrastrutture, gli articoli che scrivo. Semplicemente non sono strumenti che utilizzo direttamente per il mio lavoro, non ve ne abbiate a male!

Collaboro, tuttavia, di continuo con Social Media Manager (quelli veri!) e, pertanto, non posso negare, statistiche alla mano, che Facebook, Twitter e compagnia, per certe tipologie di business, risultino estremamente efficaci.

Ritengo, tuttavia, che quali strumenti di discussione e condivisione di notizie, negli ultimi tempi, stiano diventando sempre più piatti e monotoni. Mi spiego, nelle ultime settimane, ad esempio, uno degli argomenti che più ricorre è quello relativo ai “selfie”, cioè gli autoscatti. Sono state effettuati studi specifici e pubblicate statistiche, ad esempio ora si può stabilire quale smorfia, nella foto, procurerà più “mi piace”, o il colore di sfondo più efficace, gli abiti più adatti e via di questo … >> CONTINUA A LEGGERE


Popup o modal box in 15 minuti

Pubblicato il 11 gennaio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Seo, Web, Web Marketing, Wordpress .
Lo trovano molto interessante 1382 lettori e ha ottenuto 8 Commenti .

popup-moda-box-wordpress

Ho realizzato qualche giorno fa un sito per un cliente che pretendeva la creazione di una splash screen prima del caricamento della home page; di una pagina, cioè, priva di testo, contenente un’immagine, che conducesse, poi, in maniera automatica, al sito vero e proprio. Si tratta di una pratica molto in voga diversi anni fa, ma utilizzata ancora oggi, specialmente per quei siti in cui coesistono più versioni in lingua o per ospitare inutili animazioni Flash.

Se avessi accontentato il cliente mi sarei macchiato di un “omicidio” a livello Seo: la prima pagina di un sito, quella, cioè, che risponde al nome a dominio, è l’elemento più rappresentativo dello stesso. Privarla di testo e di elementi utili che le consentano di essere caratterizzata all’interno dell’indice dei motori di ricerca è una pratica da evitarsi sempre, senza eccezioni!
Gli stessi backlink (i collegamenti ipertestuali provenienti da altri siti), almeno in massima parte, puntano al nome a dominio, e, … >> CONTINUA A LEGGERE