I siti in https potrebbero portare a dei vantaggi lato SEO?

Pubblicato il 18 aprile 2014
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo .
Lo trovano molto interessante 45 lettori e ha ottenuto Nessun Commento .

Speculazione su un possibile miglioramento nel posizionameno nei motori di ricerca adottando certificati SSLRecentemente un articolo del Wall Street Journal ha destato il mio interesse ormai da tempo sopito in merito al Posizionamento nei motori di ricerca. Nella pratica si ipotizza che Google, nel medio/breve periodo, potrebbe favorire i siti che adottano sistemi di crittografia per le proprie pagine tramite il protocollo HTTPS e relativo certificato SSL.

Ma in cosa consiste la navigazione in https?

A livello di navigazione, sostanzialmente, non vi sono variazioni di sorta, l’utente deve semplicemente aggiungere una “s” ad http per accedere al sito. In genere tale operazione non si rende nemmeno necessaria, giacché è il creatore del sito stesso che provvede, tramite un redirect, a imporre l’uso di tale particolare modalità di navigazione qualora l’utente acceda al sito in maniera tradizionale. Se provate, infatti, a digitare nel browser http://www .facebook.com automaticamente verrete redirezionati verso https ://www. facebook.com. A livello di sicurezza le cose cambiano, giacché viene a definirsi un canale di comunicazione crittografato tra il server che ospita>> CONTINUA A LEGGERE


10 falsi pregiudizi su WordPress

Pubblicato il 28 febbraio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Web Tool, Wordpress .
Lo trovano molto interessante 526 lettori e ha ottenuto 4 Commenti .

Alcuni pregiudizi ingenerosi sulla piattaforma CMS WordPressWordPress, nel corso degli anni, ha raggiunto un primato davvero invidiabile: è utilizzato da oltre il 60% dei Content Management System pubblicati in rete e, di conseguenza, a livello globale, da circa il 21% dei siti web, le statistiche sono fornite da W3Techs. Nonostante questo successo indiscutibile sono ancora molteplici i pregiudizi e gli equivoci che spingono molti clienti e realizzatori di siti web a dubitare della sua efficacia nella realizzazione di sistemi di comunicazione on-line.
Nei prossimi paragrafi ne analizzeremo alcuni, cercando di ragionare in maniera critica, evidenziando anche i limiti effettivi della piattaforma, laddove ve ne siano.

1. WordPress è uno strumento per costruire soli blog

Si tratta, questo è un dato oggettivo, di una affermazione errata e superficiale, pronunciata, generalmente, da chi ha una scarsa conoscenza sia della piattaforma che del web stesso.
Se è certamente vero che WordPress nasce anni or sono quale piattaforma per la realizzazione di blog, è altrettanto vero che, nel … >> CONTINUA A LEGGERE


Spotify, utile rimedio contro la noia da Social

Pubblicato il 17 gennaio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Social .
Lo trovano molto interessante 336 lettori e ha ottenuto 2 Commenti .

noia-socialeNon amo particolarmente i Social quale strumento di business, in genere mi limito ad un uso “ludico” degli stessi e condivido, tramite le loro infrastrutture, gli articoli che scrivo. Semplicemente non sono strumenti che utilizzo direttamente per il mio lavoro, non ve ne abbiate a male!

Collaboro, tuttavia, di continuo con Social Media Manager (quelli veri!) e, pertanto, non posso negare, statistiche alla mano, che Facebook, Twitter e compagnia, per certe tipologie di business, risultino estremamente efficaci.

Ritengo, tuttavia, che quali strumenti di discussione e condivisione di notizie, negli ultimi tempi, stiano diventando sempre più piatti e monotoni. Mi spiego, nelle ultime settimane, ad esempio, uno degli argomenti che più ricorre è quello relativo ai “selfie”, cioè gli autoscatti. Sono state effettuati studi specifici e pubblicate statistiche, ad esempio ora si può stabilire quale smorfia, nella foto, procurerà più “mi piace”, o il colore di sfondo più efficace, gli abiti più adatti e via di questo … >> CONTINUA A LEGGERE


Popup o modal box in 15 minuti

Pubblicato il 11 gennaio 2014
Autore:
L'articolo tratta di Seo, Web, Web Marketing, Wordpress .
Lo trovano molto interessante 373 lettori e ha ottenuto 8 Commenti .

popup-moda-box-wordpress

Ho realizzato qualche giorno fa un sito per un cliente che pretendeva la creazione di una splash screen prima del caricamento della home page; di una pagina, cioè, priva di testo, contenente un’immagine, che conducesse, poi, in maniera automatica, al sito vero e proprio. Si tratta di una pratica molto in voga diversi anni fa, ma utilizzata ancora oggi, specialmente per quei siti in cui coesistono più versioni in lingua o per ospitare inutili animazioni Flash.

Se avessi accontentato il cliente mi sarei macchiato di un “omicidio” a livello Seo: la prima pagina di un sito, quella, cioè, che risponde al nome a dominio, è l’elemento più rappresentativo dello stesso. Privarla di testo e di elementi utili che le consentano di essere caratterizzata all’interno dell’indice dei motori di ricerca è una pratica da evitarsi sempre, senza eccezioni!
Gli stessi backlink (i collegamenti ipertestuali provenienti da altri siti), almeno in massima parte, puntano al nome a dominio, e, … >> CONTINUA A LEGGERE


WordPress Social Snippet

Pubblicato il 12 dicembre 2013
Autore:
L'articolo tratta di Social, Wordpress .
Lo trovano molto interessante 386 lettori e ha ottenuto 3 Commenti .

In un mio precedente articolo, WordPress alla velocità della luce, ho spiegato come sia possibile aumentare la velocità di esecuzione di un sito realizzato con tale piattaforma.

Siamo arrivati alla conclusione che, spesso, un plugin, per quanto utile possa essere, può contribuire non poco ad un decadimento delle sue prestazioni poiché:

  • può aumentare, anche considerevolmente, il numero di query che il sistema è costretto ad effettuare;
  • in genere possiede un’affidabilità, quanto a codice e ottimizzazione, non paragonabile a quella del sistema originario.
  • può portare ad una diminuzione del rapporto tra contenuti e html, che rappresenta un fattore determinante per il posizionamento dei siti web;
  • necessita, spesso, di aggiornamenti.

Uno snippet per la condivisione Social in WordPress definitivoQueste considerazioni sono ancora più valide quando si tratti di pulsanti social, che appesantiscono il caricamento delle pagine web per loro stessa natura.
Pertanto raccogliere i vari snippet social che sono disponibili in rete e creare una funzione che permetta di far comparire tutti i pulsanti che, di volta … >> CONTINUA A LEGGERE


Google vi assimilerà, ogni resistenza è inutile!

Pubblicato il 3 dicembre 2013
Autore:
L'articolo tratta di Google .
Lo trovano molto interessante 181 lettori e ha ottenuto Nessun Commento .

Google assimilerà l'intero web

In più di un occasione mi sono reso conto di come, nell’immaginario dell’utente inesperto, Google rappresenti il web e, più in generale, l’intera rete Internet…

Un primo esempio… Un cliente a cui avevo realizzato il sito, a due ore dal lancio, mi telefonò preoccupatissimo sostenendo che il sito non era raggiungibile. Azzerai, per sicurezza, la cache del mio browser e digitai l’url del sito: potevo accedervi senza alcun inconveniente!

Lo richiamai e gli chiesi che operazioni effettuava per visualizzare il sito; con stupore scoprii che non conosceva due concetti elementari: browser e barra degli indirizzi.

Per lui la “e” di Internet Explorer non rappresentava il software per navigare (anzi, era il concetto stesso di browser ad essergli alieno – del resto sarà capitato anche a voi di effettuare una sessione di assistenza, di impartire l’ordine: “Apra il browser” e di sentirvi rispondere “Che cosa è il browser?”) e neppure si era reso conto che, alla sommità dello stesso, vi era … >> CONTINUA A LEGGERE


L’assassino dell’editor visuale di WordPress è…

Pubblicato il 26 ottobre 2013
Autore:
L'articolo tratta di Wordpress .
Lo trovano molto interessante 771 lettori e ha ottenuto 9 Commenti .

L'editor visuale di WordPress non funziona

Era una notte buia e tempestosa, io ed il mio fido assistente Seamus ci accingevamo a continuare la nostra partita a scacchi, iniziata nel lontano 1997 e mai finita, perché eravamo troppo spesso interrotti da qualche cliente maldestro che aveva la necessità di fruire dei nostri servigi.

Due lampi squarciarono il cielo e, nonostante fossimo preparati all’evento, quasi sobbalzammo dalla sedia udendo il frastuono dei tuoni che a questi seguirono.

La luce si spense per qualche secondo, poi riprese a funzionare un po’ per volta, prima fioca, poi in maniera più vigorosa. Fu in quel momento che sentimmo, per l’ennesima volta, quel suono leggero e lamentoso, che faceva presagire che un nuovo inenarrabile delitto si era compiuto.

Era l’alert di una nuova e-mail giunta al nostro account di servizio. Seamus, si alzò dalla sedia e con fare plastico ed agile, raccolse il tablet dal tavolo e cominciò a leggere il messaggio.

Si trattava dello smilzo, ci comunicava che un cliente … >> CONTINUA A LEGGERE


Lo ammetto Google, SONO COLPEVOLE!

Pubblicato il 2 febbraio 2013
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo .
Lo trovano molto interessante 3757 lettori e ha ottenuto 17 Commenti .

Descrizione di una penalizzazione di Google per link non contenstualizzatoNell’ultimo anno e mezzo ho seguito meno assiduamente le evoluzioni di Google e del mondo Seo. Quello che è certo è che sono riuscito a sopravvivere a Panda, al primo Penguin e a tutte le modifiche successive almeno sino agli ultimi giorni.

Tra dicembre 2012 e gennaio 2013 mi sono accorto che la maggioranza dei miei siti è stata, come dire, attentamente monitorata da Google. L’analisi globale che il motore ha condotto presumo sia stata effettuata utilizzando i dati del mio account Webmaster Tool che, per praticità, contiene elementi relativi al 90% dei siti di cui direttamente o indirettamente mi occupo (sembra più saggio, invece, assegnare a ciascun sito uno specifico account).

Nella fattispecie, tra i tanti eventi negativi che si sono determinati a cui sto cercando di porre rimedio, mi sono accorto che l’articolo su Groupalia presente in questo blog, che mi garantiva almeno 4 o 5 commenti alla settimana ha smesso di colpo di produrre traffico e … >> CONTINUA A LEGGERE