Articoli della categoria Usabilità

Il web è semplice ma non per tutti

lunedì 22 20 Aprile19

Ho creato tre landing page nell’ultimo mese. E ho deciso di non rendere visibile il numero di telefono se non alla fine della pagina, nel footer.

In above the fold, in luogo del numero di telefono ho inserito un tastone con l’etichetta “Premi qui per telefonare” con un hover piuttosto evidente, manca solo un tocco di glitter… :D

Potevo utilizzare l’abusato “Clicca qui…”, ma ho preferito soprassedere. E non solo perché lo sconsigliava Jacob Nielsen in un libro di tanti anni fa che ha cambiato il mio modo di comprendere il web (Web Usability), ma, più semplicemente, perché trovo “clicca qui” una formula orrenda, un termine anglofono italianizzato, disgustoso…

Ma veniamo al dunque, ho mostrato la pagina, come al solito, prima a colleghi e a esperti (più o meno) del settore e, praticamente tutti, hanno considerato quel “premi” come pleonastico: tanto la gente sa che con uno smartphone se premi un numero di telefono poi telefoni automaticamente.

Insomma per loro … Continua a leggere l'articolo

Mobile PRO Desktop

venerdì 10 20 Aprile15

Mobile First e Mobile Vs. Desktop

Ogni innovazione di spessore nel web (e, suppongo, così avvenga in tutti i settori) in genere viene “abbracciata” dai progettisti in maniera equilibrata. Spesso, tuttavia, un certo numero di questi vi si avvinghia in maniera morbosa, alimentando quello che io definisco il “fanatismo tecnologico”. Diventa una sorta di religione insomma, e si è così costretti ad assistere inerti ad una processione infinita di invasati che stabiliscono, spesso senza neppure avere i titoli necessari per farlo, che la nuova modalità di lavoro è l’unica e incontrovertibile via per operare.

A conferma di quanto detto consideriamo quanto sta avvenendo negli ultimi anni e ancora più nell’ultimo periodo, visto che Google si è pronunciato a favore di un certo tipo di design: per molti addetti sembra che l’unico scopo di un sito web sia quello di essere riprodotto dai dispositivi mobile.

Ma chi sostiene questo sembra non porsi una domanda fondamentale: il responsive design è realmente il fine di un sito web? Continua a leggere l'articolo

Italia.it: una vergogna tutta italiana

venerdì 19 20 Settembre14

Logo Italia.it

Era il 2007 e, durante la collaborazione con Marketing Routes, storico blog di Web Marketing ora defunto, scrissi questo articolo. Ebbe un buon successo, oltre 200 commenti e si parlò dell’argomento lì e in altri blog e forum per settimane. Ora che Italia.it è stato chiuso, non essendo più on-line Marketing Routes, ho deciso di ripubblicarlo integralmente.

Buona lettura!

——————–

Da diverso tempo le amministrazioni al Governo (sia di destra che di sinistra) hanno promosso – e sempre rimandato – la costituzione di un mega portale atto a favorire lo sviluppo del turismo nel Belpaese.

E’ arrivato il gran giorno: Italia.it è online!

Ricapitoliamo. Spese previste (in parte già sostenute): 45 milioni di euro di cui 21 milioni in 12 mesi per il data entry e altri “spiccioli” per le regioni.

Come si legge in questo documento l’infrastruttura del portale, con funzionalità di booking, ha un costo pari a Euro 7.850.040.

Rendiamoci conto: un CMS che costa circa 15 miliardi … Continua a leggere l'articolo

Il Web e le Automobili

lunedì 18 20 Agosto14

Il web a supporto della vendita di auto

Scopri come le aziende automobilistiche utilizzano i Siti Web e gli strumenti di Web Marketing a loro disposizione

INTRODUZIONE

Questo articolo nasce da una insana forma di compulsione. È più forte di me, non ci posso fare nulla, ogniqualvolta devo acquistare un prodotto non riesco a resistere alla tentazione di effettuare una analisi comparata del “web marketing mix” utilizzato dall’azienda che lo produce, distribuisce o vende. È successo quando dovevo prenotare un appartamento per le vacanze, comprare casa, un biglietto del treno, un tablet e succede ora che, dopo quasi 10 anni di onorato servizio da parte della mia auto, sono costretto ad acquistarne una nuova. Quello che mi propongo di effettuare oggi, insomma, è una analisi estemporanea di come il web sia di supporto alla vendita di autoveicoli. Ritengo sia utile distinguere quattro categorie di siti che trattano l’argomento:

  • I siti dei produttori di automobili;
  • I siti dei concessionari di automobili;
  • I siti e blog specializzati
Continua a leggere l'articolo

Desktop e Dispositivi Mobili: Differenti Modelli di Navigazione

venerdì 11 20 Luglio14

La navigazione da desktop, smartphone e tablet porta ad obiettivi e fattori di conversioni diversi

Sempre più articoli e statistiche sostengono che il traffico proveniente dai dispositivi mobile è in forte crescita e che, a breve, supererà quello effettuato attraverso i dispostivi desktop.

Credo si tratti di una realtà incontrovertibile, anche se i dati forniti sono spesso contraddittori: alcuni esperti, o presunti tali, affermano che il sorpasso sia già avvenuto, altri, invece, che la somma delle navigazioni tramite smartphone e tablet sia circa un terzo del totale.

Quale sia il valore effettivo, risulta evidente che il traffico da mobile è certamente cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi tre anni. Del resto, la maggioranza dei navigatori under 50, nei paesi più industrializzati, dispone di uno smartphone e, talvolta, anche di un tablet.

Monetate, nel suo Q4 2013 Ecommerce Quarterly, uno studio effettuato presso i più importanti siti di e-commerce, ha pubblicato la seguente statistica che sembra essere una delle più attendibili. Di fatto il traffico desktop si è ridotto di circa un 9% tra Continua a leggere l'articolo

Un raggio laser per eliminare siti web

sabato 31 20 Dicembre11

Eliminare i siti web che non garantiscono valore aggiunto all'utente

Talvolta, complici l’insonnia e la folie des grandeurs (mania di grandezza), sogno, tra molte altre cose, di disporre di un apparecchio dotato di un raggio laser in grado di far scomparire dai server di tutto il mondo alcuni siti web presenti nelle serp di google.

Il meccanismo di eliminazione che ho immaginato è molto semplice, cerco qualcosa in google, navigo all’interno dei siti proposti nelle sue serp, trovo un sito dolosamente o colposamente realizzato male, premo il pulsante del marchingegno e questo scompare, bit per bit; nemmeno la cache di google o archive.org potrà farlo riemergere dagli abissi.

Quali sono i siti che vorrei liquidare? Generalmente quelli che non garantiscono alcun valore aggiunto agli utenti.Continua a leggere l'articolo

Trenitalia: l’acquisto di un biglietto on-line

domenica 15 20 Maggio11

Premessa

Acquistare un biglietto on-line nel sito di Trenitalia

In svariate occasioni ho utilizzato il sito di Trenitalia per prenotare dei biglietti on-line. Sia chiaro, l’operazione va sempre e buon fine, ma non posso non sottolineare i numerosi errori di progettazione di quell’infrastruttura che si trascinano da anni e anni.

Ho deciso pertanto di scrivere una breve cronaca degli ostacoli che ho dovuto superare durante la mia ultima prenotazione. L’obiettivo era raggiungere Imola partendo dalla stazione di Mestre.

La prenotazione

Giunto all’home page di Trenitalia, inserisco i seguenti dati: partenza da Mestre, arrivo ad Imola, ora di partenza circa le otto e premo invia (fig. 1).

Sono costretto ad uno stop, nel form che segue il sistema non riesce a stabilire a quale stazione di partenza io mi riferisca (fig. 2). Tale inconveniente, parere personale, poteva benissimo essere evitato andando a creare un sistema di validazione già nel primo form (o, addirittura, un suggeritore di keyword come fa Google e moltissimi altri siti). Analizziamo comunque … Continua a leggere l'articolo

Errori comuni nella progettazione di siti turistici

giovedì 29 20 Aprile10

errori-siti-turistici

Il sito turistico è navigato, generalmente, da un target di utenza estremamente etereogeneo; in effetti il classico biglietto aereo o la camera d’albergo possono essere acquistati sia dall’utente esperto che da quello alle prime armi.  Non solo, anche la dotazione informatica può variare considerevolmente e quindi è possibile che il sito venga visitato da chi utilizza un vecchio pc con Windows 95 (che, magari, viene acceso un paio di volte l’anno) come pure dall’utente che naviga tramite l’ultimo modello di telefonino.

Di conseguenza chi disegna e sviluppa un sito turistico deve prestare la massima attenzione affinchè quest’ultimo risulti veloce, semplice da navigare, usabile e ottimizzato per i motori di ricerca.

Analizziamo ora alcuni degli errori che vengono commessi più comunemente nella realizzazione di un sito web turistico.

Siti multilingua e traduzioni

La maggioranza dei siti che si occupano di turismo possiedono versioni in lingua non del tutto soddisfacenti. L’errore comune è quello di affidare le traduzioni ad un non professionista … Continua a leggere l'articolo