Il web nel mercato immobiliare – Prima parte

Pubblicato il 9 Marzo 2009
Autore:
L'articolo tratta di Usabilità, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 20135 lettori e ha ottenuto 10 Commenti .

Tempus fugit…

Avvertenza: tutte le considerazioni presenti in questo articolo si riferiscono solo all’ambito della Provincia di Venezia e potrebbero non essere valide per altre provincie d’Italia.

web-mercato-immobiliareSe, come me, avete la sfortunata necessità di cambiare casa, permettetemi di offrirvi un abbraccio virtuale.

Comprendo perfettamente il vostro disagio: è una attività, difficile, noiosa ed estenuante.

Presumo, non essendo ancora giunto al termine della mia ricerca, che tutto si concluda per approssimazioni; si è talmente esausti che si preferisce acquistare un’immobile che si avvicini solo formalmente a quello sognato pur di non continuare a trascorrere il proprio tempo libero con agenti immobiliari, procacciatori d’affari e strani personaggi, veri e propri alchimisti del mattone, che hanno il dono di trasformare (purtroppo solo a parole) una stamberga in una reggia, che hanno la facoltà di controllare, a piacimento, i concetti di tempo (“…a pochi passi dal centro…” – sì ma con il taxi!) e di spazio (“…un appartamento di grande metratura…” – … Continua a leggere l'articolo


Un anno e più di spunti

Pubblicato il 21 Aprile 2008
Autore:
L'articolo tratta di Seo, Usabilità, Web, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 5774 lettori e ha ottenuto 6 Commenti .

spunti.jpgÈ trascorso ormai più di un anno dalla pubblicazione del primo articolo di Ranked.it e, mi auguro, di aver mantenuto i propositi che mi ero posto.

Ho sempre pensato che nel web si possa avere successo solamente creando qualcosa di veramente innovativo o, in alternativa, migliorando notevolmente qualcosa che già esiste; così, a corollario, per ciò che concerne i blog, si può scrivere di qualcosa di originale o citare chi scrive qualcosa di originale apportando miglioramenti e definendo opportune riclassificazioni (offrendo, di fatto, un percorso di lettura più a misura di utente).
Personalmente credo di aver cercato di produrre contenuti originali e questo, consentitemi di dirlo, mi costa non poco in termini di impegno e tempo e spiega il numero ridotto di articoli pubblicati.

Ciò detto, ringrazio sentitamente tutti i lettori di questo blog e propongo altri quattro spunti che mi auguro risultino altrettanto interessanti!

Continua a leggere l'articolo

Miglioriamo l’usabilità del nostro blog!

Pubblicato il 13 Gennaio 2008
Autore:
L'articolo tratta di Usabilità, Web, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 10888 lettori e ha ottenuto 12 Commenti .

Usabilità del blogIl blog rappresenta, senza dubbio, lo strumento che più ha rivoluzionato il modo di fare web: grazie a piattaforme quali WordPress, Blogspot, MovableType ed altre, chiunque, in tempi rapidissimi, è in grado di personalizzare, secondo le proprie esigenza, una infrastruttura per la gestione dei contenuti solida, semplice da aggiornare e, generalmente, di bell’aspetto.

In questo articolo mi ripropongo di suggerire alcuni principi che possano migliorare, in maniera consistente, l’usabilità del vostro blog e cioè l’attitudine di quest’ultimo ad essere fruito in maniera efficace ed efficiente dall’utente medio.

Nella fattispecie:

  1. scrivere titoli efficaci per ciascun post;
  2. se un articolo viene suddiviso in più post è buona norma inserire in ciascuno di essi un indice, in modo tale che l’utente che proviene da un motore di ricerca riesca ad avere comunque una visione d’insieme;
  3. utilizzare, laddove possibile, il principio della piramide capovolta (ne ho parlato in questo articolo);
  4. gestire in maniera opportuna i feed. Molti autori,
Continua a leggere l'articolo

Sottodomini non più assimilabili a domini indipendenti

Pubblicato il 8 Dicembre 2007
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo .
Lo trovano molto interessante 8313 lettori e ha ottenuto 10 Commenti .

sottodomini_google.gifSottodominio è un termine che viene, generalmente, utilizzato per definire, in maniera spicciola, un dominio di terzo livello.

Ad esempio, posto che io abbia registrato il dominio www.piante.it,
ho la titolarità di creare il sottodominio rose.piante.it, ma anche l’ulteriore sottodominio margherite.piante.it e via dicendo (e, in teoria, anche domini di quarto livello, di quinto, ecc.).

Dipende poi dall’hosting stabilire se tale attività debba essere remunerata o meno.

Tale pratica è sicuramente molto utile sia in ambito di Branding che, soprattutto, di Seo.

Pensiamo, ad esempio, ad una società che produce cosmetici: può essere molto efficace (ragioniamo anche sull’immediatezza del ricordo della url) la creazione di sottodomini del tipo store.cosmetici.it, supporto.cosmetici.it e via dicendo.

Allo stesso modo, nell’ambito del posizionamento nei motori di ricerca, può essere utile utilizzare i sottodomini per separare sezioni di un sito (quelle, ad esempio, in lingua straniera) e, al limite, per realizzare tecniche più o meno evolute di spam.

La realizzazione di un sottodominio … Continua a leggere l'articolo


I nuovi orizzonti della pubblicità on line

Pubblicato il 3 Novembre 2007
Autore:
L'articolo tratta di Advertising, Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 12360 lettori e ha ottenuto 8 Commenti .

Il futuro della pubblcità onlineLa pubblicità su Internet ha, senza dubbio, tantissime forme e modalità di applicazione. Su quest’ultima si basa la quasi totalità dei ricavi da parte di un grandissimo numero di portali e siti web che hanno impostato il loro business sulla vendita di visibilità: sia essa generata dal posizionamento sui motori di ricerca, dall’autorevolezza del proprio sito e/o dalla comunità di utenti fidelizzati tramite strumenti quali newsletter o community.

Lo stesso Google basa una gran parte dei suoi guadagni sulla vendita di spazi pubblicitari, di cui i due noti programmi di advertising AdWords e Adsense sono la celebre espressione.

Fondamentalmente, la vendita di visibilità sul web ripropone il concetto dei media classici per i quali l’inserzionista paga in base al bacino di pubblico che il canale in questione (stampa, radio, tv) è in grado di raggiungere, misurato attraverso strumenti statistici, come ad esempio l’auditel, che rappresentano proiezioni su larga scala di un consumo mediatico indagato su piccola scala.

L’impatto rivoluzionario che … Continua a leggere l'articolo


Fidelizzazione e Loyalty Management in un piccolo sito di nicchia

Pubblicato il 11 Ottobre 2007
Autore:
L'articolo tratta di Web Marketing .
Lo trovano molto interessante 6864 lettori e ha ottenuto 9 Commenti .

Fidelizzazione e Loyalty ManagementStavo approfondendo l’argomento fidelizzazione nel web e mi sono reso conto che il concetto possa essere espresso in maniera molto semplice, senza l’ausilio di complesse formule teoriche o di scomodare il marketing di relazione o, meglio detto, marketing one to one.

A mio avviso per fidelizzazione degli utenti in un sito web si intendono tutte le attività volte a far ripetere la navigazione nel medesimo.

Se lo scopo del sito è rappresentato dalla vendita di prodotti e/o servizi, l‘obiettivo finale è il riacquisto; se, invece, lo scopo è quello di informare gli utenti su di un determinato argomento allora l’obiettivo diviene la ripetizione della fruizione dei suoi contenuti.

Ho anche concluso che l’attività di fidelizzazione non afferisce solamente alle attività di marketing di supporto e a valore aggiunto (sconti, promozioni, concorsi, ecc.), ma coinvolge tutte le fasi di progettazione, realizzazione e mantenimento di un sito web.

Non mi piace teorizzare in maniera astratta né, tantomeno, citare esempi di … Continua a leggere l'articolo


Analisi chirurgica di un Back Link

Pubblicato il 22 Luglio 2007
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo .
Lo trovano molto interessante 4860 lettori e ha ottenuto 5 Commenti .

Analisi chirurgica di un BLNella perpetua caccia al Back link credo si debbano tenere presenti alcuni principi fondamentali che permettano di stabilire se una fonte è buona o meno. Lo scopo è quello di non sprecare del tempo prezioso nella ricerca di link che non garantiscono alcun valore aggiunto al nostro sito web.

A mio avviso un BL comunica a Google tre distinte informazioni sul nostro sito:

  • autorevolezza (PR)
  • affidabilità (TR)
  • significato

L’ultimo credo sia il parametro più importante per il motore di ricerca.

Un esempio può chiarire il concetto: possiedo un sito che tratta, guarda caso, di frutta, e ricevo un BL da un altro sito di frutta con anchor “banane”.

Proviamo ad ipotizzare come Google valuta questo link.

Gbot raggiunge la pagina del sito che ci linca conoscendone già i contenuti, la frutta; di conseguenza si aspetta di trovare link in uscita che siano in qualche modo collegati a questo tema. Inoltre, il sito lincante ha già un PR e un TR … Continua a leggere l'articolo


SEO e Motori di Ricerca del futuro – PARTE SECONDA

Pubblicato il 10 Luglio 2007
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo, Web .
Lo trovano molto interessante 4160 lettori e ha ottenuto 3 Commenti .

A voi, amici, la seconda parte dell’articolo sul futuro del SEO e dei Motori di Ricerca. Mi piacerebbe che ciascuno di voi, poi, presentasse il suo personale scenario: i commenti sono a vostra disposizione!

Analisi, test, feedback

Seo e Motori di Ricerca nel futuroLa conoscenza del comportamento degli utenti, l’analisi delle loro abitudini, dei loro gusti e delle loro preferenze assumerà un ruolo sempre più importante. Si renderà necessario condurre test, panel, analisi estensive su campioni di utenti che condividono caratteristiche comuni.

Non solo, anche lo studio delle correlazioni semantiche che intercorrono tra date tipologie di utenti risulterà elemento imprescindibile per effettuare un buon posizionamento. Ecco allora che diventeranno sempre più importanti le aziende che dispongono delle risorse e della competenza per effettuare questo tipo di ricerche. Il feedback di chi arriverà alle nostre pagine dai motori di ricerca diventerà merce preziosissima. Ogniqualvolta un utente ci visita ci dovremo chiedere chi è, da dove viene, che mestiere fa, a che classe sociale appartiene, corrisponde ad … Continua a leggere l'articolo