Gestire l’errore 404 in WordPress

Pubblicato il 24 marzo 2007
Autore:
L'articolo tratta di Web Marketing .

Errore 404L’errore 404 si verifica ogniqualvolta un utente o lo spider dei motori di ricerca tenta di accedere ad una pagina (o ad una componente di quest’ultima) che non è presente nel sito web.

Ovviamente, ciò accade se la pagina viene spostata o eliminata o, ancora, se il suo nome viene modificato nel tempo. In alcuni casi, inoltre, l’errore può verificarsi a causa di un link non corretto pubblicato da un altro sito verso il vostro. Vi sono, inoltre, ulteriori altre possibili cause che, per brevità, tralascio.

Digitando un URL non corretto, nella maggioranza dei siti internet, si ottiene una pagina poco comprensibile, stringata, priva di qualsiasi riferimento al layout del sito web a cui appartiene. Generalmente vi si trovano espressioni, credo incomprensibili ai più, quali “file not found” o “oggetto non trovato”. Segue una stringa che segnala il codice di errore “404”.

Cerchiamo ora di prevedere il comportamento di un utente medio che ha digitato o è pervenuto all’URL non corretto. Questi, nella maggioranza dei casi, ottenute delle informazioni che difficilmente riesce ad interpretare, abbandona il sito e passa al risultato successivo della serp da cui proviene o, addirittura, chiude il browser e rinuncia a navigare.

Questo non deve accadere! Pertanto è necessario modificare in modo sostanziale l’aspetto della pagina di errore, al fine di convincere l’utente a non abbandonare il nostro blog.

Utilizzando applicazioni per la gestione dei contenuti web, in genere, si ha la possibilità di modificare e personalizzare la pagina di errore in maniera molto semplice. Con WordPress, ad esempio, è sufficiente effettuare un editing del file 404.php, contenuto nella cartella del template che state utilizzando.

Inizialmente avevo deciso di operare in questo modo. Poi, però, mi sono imbattuto in due plugin che mi hanno concesso di mutare strategia e prendermela più comoda:

Il primo permette di ottenere una e-mail ogniqualvolta il server risponde con un errore 404. Mi è stato utilissimo: mi sono accorto che, avendo spostato un’intera categoria fuori dal loop, le pagine in essa contenute erano cercate dagli spider e, ovviamente, non venivano individuate. A quel punto ho effettuato dei redirect 301 (leggi un ottimo articolo su questo argomento) via htaccess risolvendo definitivamente il problema.

Inoltre, nel codice di un post, il nome di un’immagine era sbagliato e quindi, anche in questo caso, veniva segnalato un 404. Mi è arrivata l’e-mail ed ho subito corretto!

Consiglio a tutti pertanto di installare questa componente: è veramente molto utile.

Il secondo plugin permette di ridefinire completamente la pagina di errore 404 di WordPress, invero piuttosto limitata, poiché presenta solo il box di ricerca e un breve messaggio di errore.

Dopo aver localizzato il plugin e avervi apportato alcune modifiche sono riuscito ad ottenere una pagina di errore completa e che mi auguro possa invogliare l’utente a continuare la navigazione nel mio blog.

Credo che un’immagine, in questo caso, sia molto più efficace delle parole:

La mia pagina di errore 404

Come potete vedere, oltre ad un messaggio in cui avverto l’utente dell’errore e lo invito a continuare la navigazione, la pagina è, in pratica, una sintesi dell’intero blog.

Un primo elenco puntato contiene tutte le possibili operazioni che l’utente può effettuare che sono:

  • visitare la home page del blog;
  • leggere gli ultimi 5 articoli pubblicati (il plugin di Andrew permette di modificare a piacimento il numero di titoli visualizzabili);
  • segnalare all’autore del blog che si è verificato un errore;
  • effettuare una ricerca;
  • richiedere delle informazioni;

I puristi sostengono che una pagina di errore dovrebbe essere priva di immagini e dotata di un layout limitato, questo per consentire alla stessa di essere caricata molto velocemente. Onestamente, non sono d’accordo con questa affermazione.

La velocità di caricamento ha certamente un peso determinante nella progettazione web, ci mancherebbe! Ma altrettanto importante è garantire che la pagina possieda un’identità che renda consapevole l’utente di trovarsi in un determinato blog ed in nessun altro.

Ecco perchè ho utilizzato tout court il layout di Ranked.it. Quanto alla piccola immagine, parliamo di pochi Kilobyte che non possono rallentare più di tanto il caricamento della pagina stessa.

11 commenti all'articolo “Gestire l’errore 404 in WordPress”

  1. 1 aprile 2007 alle 09:22

    ecco non c’entra molto pero’ stamane entrare in un blog di diludovico si finisce in un altro che non c’entra, mah, è anche un errore, pero’ strano.

  2. 1 agosto 2008 alle 19:26

    Ma si può fare un redirect alla homepage?

  3. 20 aprile 2011 alle 10:00

    Complimenti! Grazie alla tua pubblicazione sono riuscito a sistemare questo fastidioso e prima incomprensibile problema “errore 404”. Mi sei stato di grande aiuto! Grazie ancora.
    Cesare

  4. 29 ottobre 2012 alle 18:07

    ciao ragazzi! nel tentatido di cambiare la URL del mio sito in WP ora mi è sorto un problema: gli articoli che ho scritto non sono raggiungibili ma la home del blog, si?

    cosa ho combinato?

    grazie per l’aiuto….

    • 31 ottobre 2012 alle 12:39

      Ciao Andrea, potrebbe essere un problema di permalink. Prova a modificarli dal menu impostazioni, li riporti allo stato iniziale e poi in quello che più ti aggrada!

  5. 11 aprile 2014 alle 15:25

    Ciao ho trovato questo tuo interessante articolo e ho scaricato subito il plugin dunstan style error page però ci sono alcune cose vhe voglio chiederti visto che non sono espertissimo.
    1) Come faccio a modificare il testo inglese che compare?
    2) Come inserisco un immagine nella pagina?
    Aspetto tue notizie ;)

    • 11 aprile 2014 alle 22:16

      Ciao Dredo, si tratta di una operazione mediamente complessa. In pratica devi andare, via FTP, nella cartella del tuo tema e modificare la pagina 404.php, cancellando tutto e inserendo una funzione: afdn_error_page().
      A quel punto puoi andare nella cartella del plugin e modificare la pagina afdn_error_page.php come meglio credi, ma devi conoscere un po’ di php e di funzioni di WordPress. In linea di massima puoi ottenere lo stesso risultato modificando direttamente 404.php nella cartella del tema se non ti interessa ricevere email quando qualche utente incorre in un 404.
      Se non hai queste competenze ti consiglio di utilizzare un altro plugin o di cercare un tutorial che ti spieghi passo passo come effettuare l’operazione.
      Ad ogni modo a questa pagina c’è la guida – in inglese – relativa al plugin che ho usato.

      In ogni caso se utilizzi la chiave di ricerca “404 plugin wordpress” trovi un bel po’ di articoli e guide sull’argomento… :)

      • 12 aprile 2014 alle 13:52

        Grazie mille, ieri mi sono messo con calma e sono riuscito a modificare la pagina, mi manca giusto l’inserimento di un immagine e la sidebar sul lato destro. Grazie per avermi fatto conoscere questo bel plugin. A presto

Scrivi il tuo commento

Questo sito utilizza cookies tecnici e analytics e consente l'invio di cookies di terze parti. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies Maggiori informazioni

Cookie Policy


Informativa estesa sull’utilizzo dei cookie

Uso dei cookie
arceriamarin.it o il “Sito” utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di arceriamarin.it.
Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente.
Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.
Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:
◦memorizzare le preferenze inserite
◦evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password
◦analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da arceriamarin.it per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti
Tipologie di Cookie utilizzati da Ranked.it
A seguire i vari tipi di cookie utilizzati da arceriamarin.it in funzione delle finalità d’uso
Cookie Tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione:
◦persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
◦di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del Sito. Arceriamarin.it userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonimasull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web fornito da Google, che invia cookies al tuo dispositivo. Le informazioni generate dal tuo utilizzo del sito, compreso il tuo indirizzo IP, sono trasmesse a Google e conservate nei suoi server. Google utilizza queste informazioni per valutare il tuo utilizzo del Sito, predisporre resoconti sull’attività del sito per operatori web e per fornire altri servizi relativi all’attività del sito e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi se richiesto dalla legge oppure in caso di terzi che elaborano queste informazioni per conto di Google. Comunque Google non associa il tuo indirizzo IP con nessun altro dato che Google possiede.

In particolare, di seguito trovi i cookies utilizzati da Google Analytics:

Nome del Cookie Durata
_utmc Sessione
_utmv 0 minuti
_utmb 30 minuti
_utma Due anni
_utmz Sei mesi
Per ulteriori informazioni su Google Analytics, puoi consultare: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage e la relativa privacy policy http://www.google.com/analytics/learn/privacy.html.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.
Arceriamarin.it, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:
◦Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
◦Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da arceriamarin.it e che che quindi non risponde di questi siti.

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser:

Chrome
◦Eseguire il Browser Chrome
◦Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
◦Selezionare Impostazioni
◦Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
◦Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
◦Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
Consentire il salvataggio dei dati in locale
Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
Impedire ai siti di impostare i cookie
Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
Eliminazione di uno o tutti i cookie

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Mozilla Firefox
◦Eseguire il Browser Mozilla Firefox
◦Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
◦Selezionare Opzioni
◦Seleziona il pannello Privacy
◦Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
◦Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
◦Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali
Dalla sezione “Cronologia” è possibile:
Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta
Rimuovere i singoli cookie immagazzinati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.
Internet Explorer
◦Eseguire il Browser Internet Explorer
◦Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet
◦Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
Bloccare tutti i cookie
Consentire tutti i cookie
Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.
Safari 6
◦Eseguire il Browser Safari
◦Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy
◦Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
◦Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)
◦Eseguire il Browser Safari iOS
◦Tocca su Impostazioni e poi Safari
◦Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre”
◦Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Opera
◦Eseguire il Browser Opera
◦Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie
◦Selezionare una delle seguenti opzioni:
Accetta tutti i cookie
Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati
Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi

Servizi di Google
Facebook
Twitter
Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Chiudi