SEO e Motori di Ricerca del futuro – PARTE PRIMA

Pubblicato il 8 Luglio 2007
Autore:
L'articolo tratta di Google, Seo, Web .

Introduzione

seo_motori_ricerca_futuro.jpg Negli ultimi mesi Google Inc. ha annunciato (e in parte implementato) numerose nuove funzionalità per il suo motore di ricerca: Universal Search, Ricerca Verticale dei risultati e Ricerca Personalizzata.

Credo vi siate resi conto che nutro un interesse quasi morboso per questi argomenti, soprattutto per l’ultimo. Ma, a torto, forse? Sono applicazioni che sconvolgeranno totalmente il modo di operare in ambito SEO!

Non mi riferisco, certamente, a quei surrogati di ricerca personalizzata che mostrano Google e compagnia in questi giorni, ma a quello che sarà visibile e utilizzabile fra qualche anno: una rivoluzione!
Immaginiamoci davanti al nostro computer fra qualche anno: ogni nostra ricerca differirà sensibilmente da quelle effettuate dai nostri colleghi, amici, connazionali.
Ma anche i nostri stessi risultati muteranno, a loro volta, da un luogo ad un altro e, ancora, verranno visualizzati (del resto già avviene) non solo link a siti web, ma anche a immagini, video, file musicali, mappe…

Date queste premesse lo scopo dell’articolo è quello di individuare un possibile scenario che descriva il SEO dei prossimi anni. Alcune delle implementazioni descritte sono già attive e quindi le mie sono previsioni piuttosto spicciole, lo ammetto. Ma ho tentato anche di spingermi oltre di immaginando come potrà essere il mio lavoro fra qualche anno.

Prima di iniziare, una precisazione: d’ora in avanti, forse impropriamente, considererò come personalizzate quelle serp che condividono le seguenti caratteristiche:

  • mostrano risultati che tengono conto delle ricerche precedenti effettuate da un utente;
  • mostrano risultati che tengono conto della posizione geografica dell’utente;

Ottimizzare per gli utenti, non per i motori

Da anni si sostiene l’importanza di un’ottimizzazione che tenga conto principalmente delle esigenze degli utenti e, solo quando abbia soddisfatto questo aspetto, possa, poi, considerare i motori. Spesso, per varie ragioni, questo principio è disatteso anche dai Seo più famosi e capaci.

Ma in futuro, quando le serp cambieranno di continuo, presumo sarà indispensabile concentrarsi, molto più di adesso, sull’effettiva utilità dei contenuti e sull’usabilità.

Pensiamo all’attività che sta alla base del posizionamento: l’individuazione delle keyword.
Oggi, generalmente il cliente propone un argomento ed il SEO effettua delle ricerche allo scopo di individuare una lista di chiavi a questo correlate sulle quali ottimizzare poi il sito. Presumo che non sarà più possibile operare in questa modalità!
Anzi, la campagna di posizionamento dovrà essere concepita in modo diametralmente opposto: sulla base dell’argomento prescelto, dovremo individuare un insieme di utenti che condividono esperienze e caratteristiche comuni e, solo al termine di questa operazione, potremo definire una lista di chiavi a questi correlate.
La fase di individuazione della tipologia di utente risulterà fondamentale. Si dovranno aggregare gli utenti per abitudini, per stili di vita, per appartenenza ad una data classe sociale e ad un certo ambiente lavorativo.

Chiariamo il concetto con un esempio: poniamo vi siano due individui che effettuino una stessa ricerca, ma mentre il primo è un medico, il secondo è un utente qualsiasi che vuole informarsi su una data patologia. A ricerca personalizzata attiva, i risultati saranno molto diversi sulla base della quantità di dati relativi a questi stessi utenti di cui il motore dispone. Per il professionista verranno mostrate serp tecniche, è un esperto del settore, vuole approfondire, vuole studiare, aggiornarsi.
L’utente comune, invece, è interessato a disquisizioni meno dotte, insomma a conoscere semplicemente le caratteristiche di una patologia.

Di conseguenza il SEO sarà costretto ad abbandonare una logica prettamente bidimensionale – chiave/posizione – in luogo di una tridimensionale che tenga conto di un ulteriore variabile: l’utente!.

Non sarà più possibile affermare che un sito è in prima posizione per una certa keyword, ma piuttosto che è in prima posizione per una certa chiave sulla base di una data percentuale di utenti.

Ricerca Universale

Da circa due mesi Google ha annunciato Universal Search, la presentazione dei risultati che elenca non solo collegamenti a siti web, ma anche a video, immagini, mappe, libri, ecc..

Onestamente tale modalità di visualizzazione delle serp non mi convince: credo che, attualmente, più del 95% degli utenti sia interessata a individuare, tramite una ricerca, solamente link a siti web e non ad altre risorse.

In futuro, però, le cose potrebbero cambiare radicalmente e quindi il SEO dovrà essere in grado di ottimizzare contenuti molto diversi da quelli elencati nelle serp attuali.
Ad esempio i contenuti video, attraverso trascrizioni ottimizzate dei dialoghi (almeno sino a quando gli algoritmi non saranno in grado di effettuare analisi vocali), tagging e via dicendo; ma anche i meta delle immagini (quelle informazioni specifiche che si ottengono, ad esempio in Windows, mediante la pressione del tasto destro sul file immagine e la selezione dell’opzione proprietà) a cui i motori presumo attribuiranno un peso specifico ben più elevato. Quindi file audio, mappe e via dicendo.

Verticalizzazione dei risultati

Il web cresce in maniera esponenziale ogni giorno: nuove pagine, nuovi siti, nuovi contenuti. All’aumentare della complessità informativa si rendono necessarie nuove attività di catalogazione e di distribuzione delle informazioni: il caro, vecchio concetto del Divide et Impera.

Ebbene a questo riguardo, già ora, Google e tutti gli altri motori stanno attuando in maniera sempre più massiccia la cosiddetta verticalizzazione dei risultati. Danny Sullivan la definisce ricerca specializzata: i siti e tutte le altre risorse vengono raggruppati per topic, ad esempio finanza, medicina, cucina, ecc..
Così, per effettuare una ricerca, dapprima si determina la sezione del motore afferente ad un dato topic (o si seleziona una macrocategoria o, ancora, si utilizza un’opzione di tipo “search within” all’interno di una serp) e quindi si digita la query ottenendo, ovviamente, risultati intimamente legati al tema prescelto.

Questo sistema, credo, risulterà di indubbia utilità per l’utente; un esempio può chiarire il concetto: digitando, in un motore di ricerca, il termine “safari” si ottengono, in testa alle serp, risultati afferenti al famoso browser di Apple. Risultati del tutto privi di utilità per un utente interessato ad informazioni sui “Safari in Africa”. Ecco, allora, che una ricerca specializzata a tema “viaggi e tempo libero” potrebbe eliminare i risultati non pertinenti in favore di quelli che realmente lo sono.

A questo riguardo il SEO, per sua sfortuna, dovrà applicarsi ancora più di oggi nella tematizzazione della pagina nelle sue componenti on page, ma anche e soprattutto in quelle off page. Dovrà essere posta molta più attenzione ai link in entrata, un numero considerevoli di questi non a tema potrebbe essere molto deleterio. I motori, probabilmente, presteranno molta più attenzione ai link in uscita, come a dire: “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”.

Fine della prima parte

Nella seconda si tratterà di:

  • Analisi, test, feedback
  • Software di analisi del posizionamento, log e metriche
  • Fattori di Posizionamento
  • Varie
  • Sem e Seo
  • Lo spam
  • Conclusioni

3 commenti all'articolo “SEO e Motori di Ricerca del futuro – PARTE PRIMA”

  1. 10 Luglio 2007 alle 00:42

    Io credo invece che in molti apprezzeranno il fatto che nelle serp si trovino anche immagini, video e file audio. Il progresso è questo..
    Poi attendo con ansia il confronto sem/seo…

  2. 10 Luglio 2007 alle 19:45

    Molto interessante agli impatti in termini di processo e metodologia: partire dalla segmentazione degli utenti e non dalla ricerca e selezione delle keyword…complimenti Enrico, sei riuscito ad esprimere concetti e pensieri non banali in maniera assolutamente semplice e comprensibilie.

  3. 8 Settembre 2007 alle 02:20

    Eccellente blog e anche eccellente post. Hai ragione, Google universal search sta cambiando la maniera di fare il seo, specialmente con i video ed immagini.

    Hai anche ragione che Ottimizzare per gli utenti e lo più importante.

    Saluti da Messico

Scrivi il tuo commento

Questo sito utilizza cookies tecnici e analytics e consente l'invio di cookies di terze parti. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies Maggiori informazioni

Cookie Policy


Informativa estesa sull’utilizzo dei cookie

Uso dei cookie
arceriamarin.it o il “Sito” utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di arceriamarin.it.
Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente.
Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.
Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:
◦memorizzare le preferenze inserite
◦evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password
◦analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da arceriamarin.it per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti
Tipologie di Cookie utilizzati da Ranked.it
A seguire i vari tipi di cookie utilizzati da arceriamarin.it in funzione delle finalità d’uso
Cookie Tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione:
◦persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
◦di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del Sito. Arceriamarin.it userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonimasull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web fornito da Google, che invia cookies al tuo dispositivo. Le informazioni generate dal tuo utilizzo del sito, compreso il tuo indirizzo IP, sono trasmesse a Google e conservate nei suoi server. Google utilizza queste informazioni per valutare il tuo utilizzo del Sito, predisporre resoconti sull’attività del sito per operatori web e per fornire altri servizi relativi all’attività del sito e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi se richiesto dalla legge oppure in caso di terzi che elaborano queste informazioni per conto di Google. Comunque Google non associa il tuo indirizzo IP con nessun altro dato che Google possiede.

In particolare, di seguito trovi i cookies utilizzati da Google Analytics:

Nome del Cookie Durata
_utmc Sessione
_utmv 0 minuti
_utmb 30 minuti
_utma Due anni
_utmz Sei mesi
Per ulteriori informazioni su Google Analytics, puoi consultare: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage e la relativa privacy policy http://www.google.com/analytics/learn/privacy.html.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.
Arceriamarin.it, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:
◦Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
◦Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da arceriamarin.it e che che quindi non risponde di questi siti.

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser:

Chrome
◦Eseguire il Browser Chrome
◦Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
◦Selezionare Impostazioni
◦Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
◦Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
◦Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
Consentire il salvataggio dei dati in locale
Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
Impedire ai siti di impostare i cookie
Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
Eliminazione di uno o tutti i cookie

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Mozilla Firefox
◦Eseguire il Browser Mozilla Firefox
◦Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
◦Selezionare Opzioni
◦Seleziona il pannello Privacy
◦Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
◦Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
◦Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali
Dalla sezione “Cronologia” è possibile:
Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta
Rimuovere i singoli cookie immagazzinati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.
Internet Explorer
◦Eseguire il Browser Internet Explorer
◦Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet
◦Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
Bloccare tutti i cookie
Consentire tutti i cookie
Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.
Safari 6
◦Eseguire il Browser Safari
◦Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy
◦Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
◦Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)
◦Eseguire il Browser Safari iOS
◦Tocca su Impostazioni e poi Safari
◦Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre”
◦Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Opera
◦Eseguire il Browser Opera
◦Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie
◦Selezionare una delle seguenti opzioni:
Accetta tutti i cookie
Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati
Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi

Servizi di Google
Facebook
Twitter
Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Chiudi